In evidenza

AVVISI AGLI UTENTI

Si avvisano i signori soci e gli studiosi che la biblioteca e gli uffici della Società rimarranno aperti fino a giovedì 6 agosto, quando chiuderanno per la pausa estiva.
La sala lettura riaprirà mercoledì 9 settembre e, a partire da quella data, osserverà il seguente calendario di apertura:
martedì: 10.00-18.00
mercoledì: 10.00-18.00
Si ricorda che, in assenza di nuove disposizioni, l’ingresso in biblioteca continuerà ad essere contingentato secondo le norme vigenti. Gli studiosi sono pregati, quindi, di prenotare il loro accesso in sala studio, indicando il materiale che intendono consultare.
Si avvisa, altresì, che da martedì 15 luglio non sarà possibile chiedere in consultazione stampe, disegni e volumi con le collocazioni Cuomo SL, Grandi Formati e Atlanti, poiché questi saranno oggetto di un intervento di spolveratura e deumidificazione.

News

Convegno Un bicentenario da rivisitare. La rivoluzione del 1820-21 nel Regno delle Due Sicilie

Segnaliamo in allegato il programma del convegno Un bicentenario da rivisitare. La rivoluzione del 1820-21 nel Regno delle Due Sicilie.

5xmille

Devolvi il 5x1000 alla Società Napoletana di Storia Patria 

Nuove pubblicazioni

Informiamo con piacere dell'avvenuta pubblicazione di nuovi volumi editi dalla Società.

Approfondimento

La Società Napoletana di Storia Patria, con sede in Castelnuovo, è, tra le società storiche nazionali, una delle più importanti sia per l'antichità delle sue origini, sia per la ricchezza del patrimonio librario che custodisce, sia per la vitalità delle sue iniziative scientifico - editoriali.

L'istituzione, sorta nel dicembre 1875, riconosciuta Ente Morale con R.D. 29 Giugno 1882, fu fondata da alcuni illustri studiosi, fra cui Bartolommeo Capasso, Francesco Correale, Vincenzo Cuomo, Bernardo Gaetani, Giuseppe, Giorgio, Luigi e Scipione Volpicella, ma la prima Società Storica Napoletana fu ideata da Carlo Troya nel 1843 e si inserisce in quel complesso di iniziative che portarono alla nascita di una rete di Deputazioni (organismi a nomina statale) e di Società (organismi costituiti per iniziativa locale), con l'ideale intento di contribuire, con lo studio del passato, a cementare l'unità morale degli italiani.