In evidenza

Nient’altro che storia

Nelle sale della Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria è possibile visitare la mostra personale di Francesco Vaccaro intitolata: Nient’altro che storia a cura di Alessandra Pacelli, in collaborazione con lo Studio Trisorio, con il Matronato della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee.

La mostra nasce dalla suggestione ricevuta dall’artista nel corso della sua prima visita alla sede della Società, con la scoperta del suo patrimonio librario, in assonanza con i temi del suo lavoro.

Il titolo  Nient’altro che storia rievoca  quello  di un libro di Giuseppe Galasso e queste parole, insieme a un bottone di una camicia dello storico napoletano, sono l’incipit e l’essenza dell’intero percorso espositivo.
Orari di apertura:
martedì-mercoledì ore 11-18
aperture straordinarie:
sabato 29 novembre
giovedì 11, venerdì 12, sabato 13 ottobre
venerdì 2, sabato 3 novembre

News

Comunicazione di variazione servizi

Si comunica inoltre che, fino al 4 novembre, non sarà possibile consultare i testi con le seguenti collocazioni: Imperiali, Sala A, Sala giornali, Fondo Cuomo Opuscoli e Salone, poichè le sale saranno impegnate per l'esposizione Nient'altro che storia di Francesco Vaccaro

ANNO EUROPEO DEL PATRIMONIO CULTURALE 2018

La Società Napoletana di Storia Patria partecipa alle manifestastioni dell'anno europeo del patrimonio culturale 

I dialoghi dei Cunctatores

Sabato 10 novembre, dalle 9.30 alle 13.00, la Società ospita i Dialoghi dei Cunctatores, Le Metamorfosi e la Visione Globale

Approfondimento

La Società Napoletana di Storia Patria, con sede in Castelnuovo, è, tra le società storiche nazionali, una delle più importanti sia per l'antichità delle sue origini, sia per la ricchezza del patrimonio librario che custodisce, sia per la vitalità delle sue iniziative scientifico - editoriali.

L'istituzione, sorta nel dicembre 1875, riconosciuta Ente Morale con R.D. 29 Giugno 1882, fu fondata da alcuni illustri studiosi, fra cui Bartolommeo Capasso, Francesco Correale, Vincenzo Cuomo, Bernardo Gaetani, Giuseppe, Giorgio, Luigi e Scipione Volpicella, ma la prima Società Storica Napoletana fu ideata da Carlo Troya nel 1843 e si inserisce in quel complesso di iniziative che portarono alla nascita di una rete di Deputazioni (organismi a nomina statale) e di Società (organismi costituiti per iniziativa locale), con l'ideale intento di contribuire, con lo studio del passato, a cementare l'unità morale degli italiani.